FATTURE ELETTRONICHE: COME RICEVERLE


L’obbligo dell’e-fattura scatterà il 1° gennaio 2019. Tuttavia, per le fatture relative alle cessioni di benzina o di gasolio e per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica, il legislatore ha previsto l’entrata in vigore anticipata al 1° luglio 2018

Con l’intento di semplificare le modalità utilizzate per l’individuazione del canale di trasmissione attraverso il quale il Sistema di Interscambio dovrà recapitare le fatture elettroniche ai diversi destinatari, sul portale dell’Agenzia delle Entrate “FATTURE  e CORRISPETTIVI“, è stato messo a disposizione un servizio che:

  • Permette a ciascuna PIVA di indicare la modalità con la quale desidera ricevere le fatture elettroniche nelle quali risulta cessionario/committente
  • permette di generare un codice a barre bidimensionale (QR Code) da mostrare al fornitore tramite smartphone, tablet o su carta. Tale codice consente l’acquisizione automatica dei dati del cliente, incluso l’indirizzo prescelto per il recapito.

Un utente che deve riceve le fatture elettroniche può decidere di registrarsi in modo tale che il SdI recapiterà in maniera automatica le fatture a lui destinate sul canale (codice destinatario) ovvero sull’indirizzo telematico (casella di posta elettronica certificata) indicato in fase di registrazione.

L’indirizzo registrato sarà prevalente in fase di indirizzamento fattura tramite SdI rispetto a qualsiasi altro indirizzo indicato in fattura.

Creata la base dati informativa con i dati del suddetto censimento, l’utente che emette la fattura elettronica non dovrà più obbligatoriamente indicare, a fronte di un codice destinatario uguale a ‘0000000, una PEC.

I dati registrati saranno presenti, insieme alle informazioni anagrafiche, all’interno del QR code.

Per accedere a questi due servizi, sul sito dell’Agenzia è necessario avere le credenziali Spid, Cns (Carta nazionale dei servizi), Entratel o Fisconline. I contribuenti potranno delegare uno o più intermediari all’utilizzo di tutte le funzionalità connesse al processo di e-fattura.

COME FARE:

1. Accedere al portale ed effettuare la registrazione del canale telematico (PEC o codice destinatario) presso il quale ricevere le fatture elettroniche:

2. Inserire l’indirizzo scelto:

3. Generare il QR Code (è possibile scaricarlo in pdf per stamparlo cartaceo, oppure in formato immagine per trasferirlo su smart-phone, o in entrambi i formati):

L’indirizzo prescelto sarà attivo a partire dal 1° LUGLIO.

Per inciso si ricorda che, comunque, le fatture elettroniche dovranno essere conservate in formato elettronico, aderendo al servizio previsto dalla stessa Agenzia delle Entrate, o da altri servizi reperibili sul mercato software.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.