CANONE RAI: IL MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE


Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 45059 del 24 marzo 2016, è stato pubblicato il  modello di DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA RELATIVA AL CANONE DI ABBONAMENTO ALLA TELEVISIONE PER USO PRIVATO  da utilizzare  da parte dei contribuenti titolari di utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale, per presentare alternativamente all’Agenzia delle entrate la dichiarazione sostitutiva di:

  • non detenzione di un apparecchio TV, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica;
  • di non detenzione di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per il quale è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell’abbonamento per suggellamento, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica;
  • che il canone non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica;
  • del venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata (ad esempio nel caso di successivo acquisto di un apparecchio televisivo)

PRESENTAZIONE:

dichiarazioni relative all’anno 2016 presentazione effetto
presentazione cartacea   entro il 30 aprile 2016 per l’intero canone dovuto
per l’anno 2016
presentazione telematica   entro il 10 maggio 2016
presentazione cartacea   entro il 30 giugno 2016 per il canone dovuto per
il semestre luglio-dicembre 2016
presentazione telematica

 

presentazione effetto
dichiarazioni relative all’anno 2017 e successivi     dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento stesso   a partire dal 1° gennaio dell’ anno di riferimento
    dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno per il semestre luglio-dicembre del medesimo anno.

Particolari modalità sono stabilite per le nuove utenze.

Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it