APPRENDISTI: CONTRIBUTI PIU’ CARI PER LA CIG


Con le novità introdotte dal D.lgs 148/2015 la platea di beneficiari delle integrazioni salariali, dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo, ricomprende anche i lavoratori con contratto di apprendistato professionalizzante con le seguenti specificità:

  • gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere alle sole integrazioni salariali ordinarie, sono destinatari esclusivamente dei trattamenti di integrazione salariale ordinaria;
  • gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere alle integrazioni salariali sia ordinarie che straordinarie, sono anch’essi destinatari esclusivamente dei trattamenti di integrazione salariale ordinaria;
  • gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere alle sole integrazioni salariali straordinarie, sono destinatari esclusivamente di tale trattamento, ma limitatamente al caso in cui l’intervento sia stato richiesto per la causale di crisi aziendale.

In relazione a quanto previsto dalla relazione tecnica di accompagnamento del D.lgs. 148/2015, per gli apprendisti, la misura della contribuzione di finanziamento della Cassa integrazione è sempre allineata a quella del personale con qualifica di operaio.

Conseguentemente, per detti lavoratori, l’aliquota contributiva della Cigo è modulata come riportato nella tabella seguente.

Apprendisti di tipo professionalizzante – Aliquote contributive Cigo da “settembre 2015”

Imprese fino a 50 dipendenti

Imprese oltre 50 dipendenti

Industria

Edilizia Ind. e Artig. Lapidei Ind. e Artig. Industria Edilizia Ind. e Artig.

Lapidei Ind. e Artig.

1,70%

4,70% 3,30% 2,00% 4,70%

3,30%

Per gli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante occupati presso aziende destinatarie della sola Cigs (Es. imprese commerciali con oltre 50 dipendenti mediamente occupati nel semestre precedente la richiesta di intervento), l’aliquota di finanziamento dovuta dal periodo di paga “settembre 2015” è pari allo 0,90% (di cui 0,30% a carico dell’apprendista).

Con il messaggio n. 24 del 05.01.2016 l’INPS, oltre ad individuare le aliquote contributive, detta le istruzioni per i nuovi codici da utilizzare nel flusso uniemens  nell’ambito dell’elemento <TipoLavoratore>, nonché per la regolarizzazione dei periodi pregressi a far data da settembre 2015.