IL TFR IN BUSTA PAGA AGGANCIA IL BONUS 80 EURO


slide80euroEFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR IN BUSTA PAGA SULLA SPETTANZA DEL BONUS DEGLI 80 EURO.

La scelta di ottenere la liquidazione mensile del TFR in busta paga (QUIR) può rivelarsi interessante, qualora, per effetto di questo elemento che viene tassato ordinariamente, un contribuente altrimenti incapiente raggiunga un minimo di imposta lorda superiore alle detrazioni per reddito di lavoro dipendente, ottenendo così il diritto a ricevere il “bonus”.

E’ quanto chiarito dalla risposta al question-time n. 5-05354 del 16 aprile alla Camera, proposto dall’Onorevole Paglia.

Il QUIR non rileva ai fini della
verifica del reddito complessivo
per la maturazione del diritto,
ma se ne tiene conto per la verifica
della “capienza” dell’imposta.

Nella risposta si legge infatti che ai soli fini della verifica dell’importo del reddito complessivo per la maturazione del diritto al credito non si tiene conto delle somme erogate a titolo di parte integrativa della retribuzione introdotto dal comma 26 dell’articolo 1 della legge di stabilità 2015. D’altra parte, il reddito derivante dalla percezione del QUIR deve comunque essere sommato ai redditi di lavoro tassati in via ordinaria per la verifica della «capienza» dell’imposta lorda determinata sui redditi da lavoro rispetto alle detrazioni da lavoro spettanti.

Un esempio servirà a chiarire il concetto:

Si ipotizzi un lavoratore part-time con retribuzione lorda di 640,00 euro per 14 mensilità. Normalmente questo lavoratore NON avrà diritto al bonus per incapienza dell’imposta lorda rispetto alle detrazioni (colonna 1). Ipotizziamo che questo lavoratore opti per la liquidazione mensile del TFR in busta paga (QUIR) a decorrere da luglio 2015 (colonna 2). In questo caso il reddito complessivo su cui calcolare l’imposta aumenta consentendo così la capienza dell’imposta e quindi il diritto al bonus.

senza QUIR con QUIR
1. retribuzione annua lorda  8.960,00  8.960,00
2. contributi previdenziali  823,42  823,42
3. QUIR    =  =  309,45
4. reddito complessivo (1-2+3)  8.136,58  8.446,03
5. imposta lorda  1.871,41  1.942,59
6. detrazioni di imposta  1.873,78  1.859,88
CAPIENZA  NO  SI
SPETTANZA DEL BONUS  NO  SI