POS OBBLIGATORIO: IN SENATO DDL CHE PREVEDE PESANTI SANZIONI A CHI NON SI ADEGUA


POSE’ stato presentato in senato il disegno di legge atto n. S.1747 volto, secondo la relazione di accompagnamento,  sia a «premiare» il professionista, commerciante, esercente o l’azienda che, in adempimento della normativa, abbia provveduto a dotarsi degli strumenti elettronici di pagamento, sia a tutelare il consumatore e fruitore del servizio nel caso in cui si veda negata la legittima possibilità di procedere al pagamento mediante strumenti elettronici.

In realtà, a fronte di risibili sconti fiscali sui costi di transazione finanziaria, vengono previste pesanti sanzioni (che possono addirittura arrivare alla sospensione dell’attività) per chi non si adeguerà alla normativa (la quale, attualmente, non prevede invece nessuna sanzione per chi non si dota di POS).

Segui l’iter parlamentare:

  • Assegnazione in sede consultiva
    Pareri delle Commissioni 1ª (Aff. costituzionali), 2ª (Giustizia), 5ª (Bilancio), 10ª (Industria), Questioni regionali
  • Assegnazione in sede referente
    6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro) in sede referente
  • Presentazione
    "Disposizioni relative all'obbligo per i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di dotarsi di adeguati strumenti di pagamento elettronici per pagamenti superiori ai 30 euro"Presentato Iniziativa ParlamentarePiero Aiello (AP (NCD-UDC)) Antonio Gentile (AP (NCD-UDC)) (cofirmatario), Giovanni Bilardi (AP (NCD-UDC)) (cofirmatario), Ulisse Di Giacomo (AP (NCD-UDC)) (cofirmatario)

Posted in FISCOContrassegnato da tag