CONTRIBUTI ALL’ORDINE: LA QUOTA AUMENTA, MA SI PUO’ VERSARE IN DUE RATE


Con circolare prot. 48/2015 del 03.02.2015, il CPO di Livorno comunica che la quota di iscrizione dovuta per il 2015 è di 650,00 euro (di cui 190,00 di spettanza al CNO).

La circolare precisa che:

qualora abbiate difficoltà ad affrontare la suddetta quota in unica soluzione, con deroga del tutto eccezionale al regolamento di riscossione […], potrete effettuare il versamento dovuto in n. 2 rate di cui la prima il 16 febbraio e la seconda il 16 marzo. In tal caso è fatto obbligo di versare l’importo di competenza del CNO in unica soluzione entro la data del 16 febbraio, contestualmente all’importo di euro 160,00 quale acconto della quota di competenza del Consiglio provinciale […]

 

competenza del 1a RATA
16 febbraio
2a RATA
16 marzo
Consiglio Provinciale 160,00 300,00
Consiglio NAZIONALE 190,00

ESEMPIO DI VERSAMENTO DELLA PRIMA RATA(*):

quotaCDL2

(*)= “NNN”= numero di iscrizione preceduto da tanti ZERI a completamento di 5 caratteri

In realtà, lo “spacchettamento” della quota in più rate (anche superiore a due) che si concluda comunque entro il 31.12.2015, non può avere, a parere di chi scrive, alcuna ripercussione disciplinare, lasciando tuttavia l’iscritto esposto alle previste sanzioni amministrative.

In ogni caso, il modello F24 NON può essere utilizzato per il versamento delle quote arretrate da oltre un anno (le specifiche tecniche di trasmissione non lo consentono).