MODELLO F24: OBBLIGO VERSAMENTO TELEMATICO DAL 1 OTTOBRE 2014


Il secondo comma dell’art. 11 del DL 66/2014 (convertito in Legge n. 23 giugno 2014 n. 89), impone nuovi vincoli per i versamenti con F24. In particolare la norma dispone:

2. A decorrere dal 1° ottobre 2014, fermi restando i limiti gia’ previsti da altre disposizioni vigenti in materia, i versamenti di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, sono eseguiti:
a) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, nel caso in cui, per effetto delle compensazioni effettuate, il saldo finale sia di importo pari a zero;
b) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui siano effettuate delle compensazioni e il saldo finale sia di importo positivo;
c) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui il saldo finale sia di importo superiore a mille euro.

La presentazione del modello cartaceo in banca è quindi ora limitato ai soli soggetti NON titolari di partita IVA e solo a condizione che:
– non contengano compensazioni
– il cui saldo finale sia di importo inferiore a 1.000 euro

Ma la grossa novità consiste nel fatto che i modelli F24 con saldo a ZERO non potranno essere più neanche versati tramite i servizi telematici messi a disposizione dalle banche (Home-banking, remote-banking, CBI), ma si dovranno esclusivamente utilizzare i canali messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate (F24web, F24online) oppure effettuare il versamento tramite gli intermediari autorizzati

servizi telematici AGENZIA ENTRATE Home Banking modello
cartaceo
F24 con saldo a ZERO per effetto di compensazioni OBBLIGO

(F24web, F24online e F24cumulativo)
NO NO
F24 comprendente compensazioni (saldo finale qualsiasi importo) SI SI NO
F24 SENZA compensazioni, ma superiore a 1.000 euro SI SI NO
F24 SENZA compensazioni, NON superiore a 1.000 euro SI SI NO

SI(*)non titolari Partita IVA

Con la circolare 27/E del 19 settembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ammette il versamento cartaceo anche nei seguenti casi:

F24 precompilati dall’ente impositore a condizione che non siano indicati crediti in compensazione
Versamenti rateali in corso  fino al 31/12/2014
anche per importi superiori a 1.000,00 euro e/o utilizzando crediti in compensazione, oppure se il saldo del modello è pari a zero
Utilizzo di crediti d’imposta fruibili in compensazione esclusivamente
presso gli agenti della riscossione
soggetti che hanno diritto ad agevolazioni fiscali, nella forma di crediti d’imposta, utilizzabili in compensazione esclusivamente presso gli agenti della riscossione
Soggetti senza conto corrente la circolare individua alcuni casi residuali in cui è possibile presentare il modello cartaceo