BONUS 80 EURO: NUOVE REGOLE (E COMPLICAZIONI) PER LA COMPENSAZIONE IN F24


Con circolare 22/E dell’11 luglio 2014, l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito alle regole per l’erogazione del bonus 80 euro, alla luce delle modifiche apportate dalla legge di conversione 23 giugno 2014, n. 89.

Tra i chiarimenti (graditi) che mancavano spicca il comportamento che il sostituto di imposta deve utilizzare per il versamento del credito recuperato non spettante nel caso in cui l’importo del credito recuperato ai lavoratori è superiore a quello erogato: il sostituto d’imposta dovrà versare l’importo netto a debito entro gli ordinari termini di versamento delle ritenute d’acconto utilizzando il codice tributo 1655 per il versamento dell’importo.

Complicazioni invece sul versante del recupero del credito erogato: il mese da indicare nel modello F24 non è il periodo di paga relativamente al quale il bonus viene erogato, bensì il mese nel quale viene pagata la retribuzione che usufruisce del bonus (retribuzione di giugno pagata a luglio: il mese da indicare con il codice 1655 è 07 e anno 2014). Particolari regole di esposizione per le somme erogate in occasione del conguaglio di fine anno e per le retribuzioni di dicembre 2014 erogate a gennaio 2015

Modelli F24 per il 16 luglio da rifare!!


2 thoughts on “BONUS 80 EURO: NUOVE REGOLE (E COMPLICAZIONI) PER LA COMPENSAZIONE IN F24

  1. Nella busta di giugno che comprende la quattordicesima nel settore del commercio, perché non ci sono gli 80 euro di Renzi?

I commenti sono chiusi.