COLLABORATORI FAMILIARI OCCASIONALI


Finalmente, con una nota di buon senso (ogni tanto ci vuole!), il Ministero del Lavoro con lettera circolare n. 10478/2013 fornisce indicazioni, ai propri ispettori, relativamente ai collaboratori familiari nei settori dell’artigianato, del commercio e dell’agricoltura, esemplificando quali siano le prestazioni rese dai pensionati, parenti o affini dell’imprenditore, da considerarsi quali collaborazioni occasionali di tipo gratuito, tali da non richiedere né l’iscrizione nella Gestione assicurativa di competenza, né da ricondurre alla fattispecie della subordinazione.

Fonte: Ministero del Lavoro, DPL di Modena