AUMENTO DELL’IVA: NESSUNA SANZIONE PER I SOFTWARE ADEGUATI IN RITARDO


Con comunicato stampa del 16 settembre, l’Agenzia delle Entrate comunica che

 “Qualora nella fase di prima applicazione ragioni di ordine tecnico impediscano di adeguare in modo rapido i software per la fatturazione e i misuratori fiscali, gli operatori potranno regolarizzare le fatture eventualmente emesse e i corrispettivi annotati in modo non corretto effettuando la variazione in aumento (art. 26, primo comma, del DPR n. 633 del 1972). La regolarizzazione non comporterà alcuna sanzione se la maggiore imposta collegata all’aumento dell’aliquota verrà comunque versata nella liquidazione periodica in cui l’Iva è esigibile.”


One thought on “AUMENTO DELL’IVA: NESSUNA SANZIONE PER I SOFTWARE ADEGUATI IN RITARDO

I commenti sono chiusi.