L’ “ACCORDINO QUADRO” CONFCOMMERCIO/CONFESERCENTI SPIAZZA I CONSULENTI SULLA DETASSAZIONE


Con accordi (fotocopia) siglati in data 21 marzo 2011 ConfCommercio e ConfEsercenti hanno inteso regolare l’individuazione delle somme riconducibili ad incrementi di produttività, così da consentirne la tassazione sostitutiva come prevista, a decorrere dal 2011, dal disposto dell’art. 1, comma 47, della legge 220/2010.

Si legge nell’accordo che “…le disposizioni di tutti i contratti collettivi nazionali di lavoro applicati presso le imprese aderenti al sistema di rappresentanza di ConfCommercio (ConfEsercenti) della provincia di Livorno sono recepiti nella presente intesa …”.

Si vuole porre l’attenzione sul fatto che, per espressa previsione, tali intese sono applicabili alle imprese aderenti al sistema di rappresentanza delle dette associazioni, e cioè iscritte alle associazioni stesse.

Si ritiene pertanto che le imprese gestite da noi CdL (a meno che non siano iscritte alle predette associazioni) non potranno avvalersi di tali accordi e, in mancanza di altri accordi territoriali o aziendali, non potranno accedere al sistema agevolato di tassazione sostitutiva.

Diverso è invece l’autorevole parere del Direttore della DPL di Modena. Leggi il suo articolo di approfondimento (Fonte DPL MOdena)