NUOVA GESTIONE DEI RAPPORTI CON L’INPS: LOTTA ALL’ABUSIVISMO O ENNESIMA COMPLICAZIONE?


Con la circolare n. 28 del 08.02.2011 l’Istituto detta nuove regole per gli adempimenti per conto dei datori di lavoro. Eh, sì: non basterà più avere agli atti ed aver già depositato la delega ad operare per conto dei datori di lavoro. I CdL  dovranno accedere – mediante Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o PIN rilasciato dall’Istituto – all’applicazione di gestione deleghe, resa disponibile sul sito internet dell’Istituto, nella sezione “servizi per le aziende e i consulenti”.

Tramite l’applicazione, bisognerà riempire il testo della delega con i dati propri e del delegante, che una volta terminata andrà stampata perché possa essere sottoscritta dal delegante. In un momento successivo il CdL tornerà a validare la delega, dichiarando, sotto la propria responsabilità, l’avvenuta sottoscrizione da parte del delegante. La delega – unitamente ad una fotocopia di un valido documento di identità del delegante – andrà custodita per tutto il periodo di vigenza della stessa, nonché nei 5 anni successivi, ed  esibita a richiesta. 

A decorrere dalle denunce contributive relative al periodo di paga “aprile 2011”, il nuovo sistema di deleghe sarà pienamente a regime e non sarà più possibile operare in nome e per conto di un datore di lavoro in assenza di delega espressa da parte del datore di lavoro, attribuita secondo le modalità descritte dalla circolare.


Una risposta a "NUOVA GESTIONE DEI RAPPORTI CON L’INPS: LOTTA ALL’ABUSIVISMO O ENNESIMA COMPLICAZIONE?"

I commenti sono chiusi.