RENZI: TWITTER PER SPIEGARE IL DECRETO

Twitter e battute per illustrare il decreto che per il momento non è disponibile. Rimane l’annuncio del mese scorso: 80 euro al mese per 10 milioni di persone.

Conferenza stampa. Fonte canale youtube del Governo.

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

BENI AI SOCI E FINANZIAMENTI PROROGA DEL TERMINE

Con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 54581/2014 del 16 aprile 2014, sono indicati i nuovi termini (a regime) per l’invio delle:

- comunicazione dei dati relativi ai beni dell’impresa concessi in godimento a soci o familiari, in attuazione dell’articolo 2, comma 36- sexiesdecies, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138.
- comunicazione dei dati relativi ai soci o familiari dell’imprenditore che effettuano finanziamenti o capitalizzazioni nei confronti dell’impresa, in attuazione dell’articolo 2, comma 36-septiesdecies, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138.

Il termine d’invio è stabilito entro il trentesimo giorno successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui i beni sono concessi o permangono in godimento e/o  in cui i finanziamenti o le capitalizzazioni sono stati ricevuti

Pubblicato in FISCO | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

AUTOLIQUIDAZIONE INAIL: LE ISTRUZIONI

Pubblicate sul sito dell’INAIL le istruzioni all’AUTOLIQUIDAZIONE 2013/2014

Istruzioni per la compilazione del modello 1031

Fonte: http://www.inail.it

 

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , | Lascia un commento

AUTOLIQUIDAZIONE INAIL: PRONTE LE BASI DI CALCOLO CON GLI SCONTI

Disponibile sul sito dell’INAIL la visualizzazione basi di calcolo con lo sconto del 14,17% (se spettante) previsto dalla Legge di Stabilità 2014.
basi_calcolo2
Ricordiamo che lo sconto spetta (ed è presente nelle basi di calcolo) :

  • per quelle lavorazioni per le quali nell’anno di riferimento l’Inail ha comunicato, ai sensi dell’art. 28, comma 3, secondo periodo, del citato Testo Unico e dell’articolo 23 delle Modalità per l’Applicazione delle Tariffe e per il pagamento dei premi assicurativi (M.A.T.), di cui al Decreto ministeriale del 12 dicembre 2000, tassi applicabili di tariffa inferiori o almeno pari rispetto ai tassi medi delle Tariffe vigenti.
  • (soggetti che assolvono all’obbligo assicurativo tramite premi speciali unitari): se per l’attività svolta l’Indice di Gravità Aziendale (IGA), calcolato annualmente dall’Inail e reso disponibile agli interessati, risulti inferiore o uguale all’Indice di Gravità Medio (IGM) della categoria, Gestione assicurativa, polizza speciale/classe di rischio di riferimento.

Particolari modalità vigono per i soggetti che esercitano l’attività da non oltre un biennio, per i quali l’applicazione della riduzione è subordinata a seguito di istanza presentata con modalità telematica ( per maggiori dettagli si veda la Determina del Presidente n. 67 dell’11 marzo 2014)

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

DIMISSIONI IN BIANCO: CI RISIAMO!

dimissioniCome ricorderete, con la legge n. 188 del 2007 (Governo Prodi) , si obbligava il lavoratore o la lavoratrice che avesse voluto presentare una lettera di dimissioni a utilizzare un modulo informatico, dotato di caratteristiche di anticontraffazione e di antifalsificazione e di una numerazione alfanumerica progressiva e di limitata durata temporale, grazie al quale impedire l’abuso delle c.d. «dimissioni in bianco». Il Governo Berlusconi l’ha successivamente abrogata sostenendo (giustamente) che le procedure previste dalla legge n. 188 del 2007 rappresentavano un appesantimento burocratico e non garantivano la soluzione del problema. Con atto n. 272 approvato alla Camera e trasmesso al senato, la norma viene riproposta, più o meno negli stessi termini, estendendo la procedura anche alle risoluzioni consensuali, nonchè attraendo nel proprio campo di applicazione anche i lavoratori para-subordinati e gli associati in partecipazione con apporto di solo lavoro.

Segui l’iter parlamentare del provvedimento 

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

INAIL: LO SCONTO PER IL 2014 E’ DEL 14,17%

Con determina del Presidente n. 67 dell’ 11 marzo 2014, l’INAIL comunica la misura della riduzione per il 2014 e le modalità applicative della riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali previsti dall’art. 1, comma 128, Legge di Stabilità 2014.

fonte: http://www.inail.it

 

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , | Lascia un commento

LAVORO E RILANCIO OCCUPAZIONE: ECCO IL DECRETO

Pubblicato su G.U. n. 66 del 20.03.2014 il Decreto Legge 20.03.2014 n. 34, recante Disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell’occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese.

Fonte: http://www.gazzettaufficiale.it/

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

CONTRATTI A TERMINE: CHIARIMENTI DAL MINISTERO

svolta lavoroCONTINUANO GLI EFFETTI-ANNUNCIO
MA IL TESTO DEL DECRETO ANCORA NON SI VEDE !!

Sul sito del Ministero del Lavoro è apparsa un’informativa che anticipa alcuni dei contenuti del decreto legge con le nuove misure. In particolare viene spiegato che:

Con l’entrata in vigore del decreto legge il datore di lavoro può sempre instaurare rapporti di lavoro a tempo determinato senza causale, nel limite di durata di trentasei mesi. [...] Inoltre, la possibilità di prorogare un contratto di lavoro a termine in corso di svolgimento è sempre ammessa, fino ad un massimo di 8 volte nei trentasei mesi. Rimane, quale unica condizione per le proroghe, il fatto che si riferiscano alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto è stato inizialmente stipulato.
[...] Infine, per tenere conto delle realtà imprenditoriali più piccole, è previsto che le imprese che occupano fino a 5 dipendenti possono comunque stipulare un contratto a termine.

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

PICCOLA MOBILITA’: ISTRUZIONI INPS PER LA FRUIZIONE DEL BENEFICIO DI 190 EURO

I datori di lavoro che nel 2013 hanno assunto lavoratori licenziati nei dodici mesi precedenti per giustificato motivo oggettivo – connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro – possono essere ammessi ad un beneficio mensile di € 190  per sei mesi – per rapporti a tempo determinato –  ovvero per dodici mesi – per rapporti a tempo indeterminato. A seguito di specifica istanza, l’incentivo è  autorizzato dall’Inps nei limiti delle risorse appositamente stanziate dal decreto. Si illustrano alcune precisazioni inerenti la disciplina del beneficio e le modalità operative concernenti l’invio delle istanze e la fruizione degli importi autorizzati. L’incentivo è applicabile ad alcune forme di “apprendistato”. Circolare INPS n. 32 del 13.03.2014

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , | Lascia un commento

RENZI: FUMO TANTO, ARROSTO UN PO’ MENO


Chi si aspettava una manovra shock rimarrà deluso. Una scontata manovra sull’IRPEF (e, come al solito, in favore esclusivamente del lavoro dipendente, attraverso un aumento delle detrazioni), un risibile sconto all’IRAP con un abbattimento di circa 0,4 punti percentuali, aumento della tassazione delle rendite (+ 6%).  Sembra una manovra targata Cgil: si aiuta chi un lavoro ce l’ha già, ma nessun intervento concreto per favorire l’occupazione. Per il resto tante belle dichiarazioni d’intento riassunte nella slide.

Nella seduta è stato comunque adottato un provvedimento urgente che contiene, tra le altre cose, interventi di semplificazione sul contratto a termine e sul contratto di apprendistato per renderli più coerenti con le esigenze attuali del contesto occupazionale e produttivo. Nello specifico:
Il contratto di lavoro a termine e il contratto di apprendistato
Per il contratto a termine viene prevista l’elevazione da 12 a 36 mesi della durata del primo rapporto di lavoro a tempo determinato per il quale non è richiesto il requisito della cosiddetta causalità, fissando il limite massimo del 20% per l’utilizzo dell’istituto. Viene inoltre prevista la possibilità di prorogare anche più volte il contratto a tempo determinato entro il limite dei tre anni, sempre che sussistano ragioni oggettive e si faccia riferimento alla stessa attività lavorativa.

Per il contratto di apprendistato si prevede il ricorso alla forma scritta per il solo contratto e patto di prova (e non, come attualmente previsto, anche per il relativo piano formativo individuale) e l’eliminazione delle attuali previsioni secondo cui l’assunzione di nuovi apprendisti è necessariamente condizionata alla conferma in servizio di precedenti apprendisti al termine del percorso formativo. È inoltre previsto che la retribuzione dell’apprendista, per la parte riferita alle ore di formazione, sia pari al 35% della retribuzione del livello contrattuale di inquadramento. Per il datore di lavoro viene eliminato l’obbligo di integrare la formazione di tipo professionalizzante e di mestiere con l’offerta formativa pubblica, che diventa un elemento discrezionale.

Fonte: http://www.governo.it

Pubblicato in POLITICA | Contrassegnato , | Lascia un commento

PRATICANTI ESCLUSI DALL’OBBLIGO ASSICURATIVO INAIL

Con circolare n. 16 del 4 marzo 2014, avente ad oggetto “Obbligo assicurativo dei tirocinanti e relativa determinazione del premio“, l’Istituto ribadisce che

è escluso dall’obbligo assicurativo colui il quale, ai fini dell’ammissione all’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione, è tenuto a svolgere un periodo obbligatorio di “praticantato”, tenuto conto della gratuità del rapporto e dunque dell’assenza del requisito soggettivo ai fini assicurativi ai sensi dell’art. 4, n.1) del d.p.r. 1124/65,14 dato che il rimborso spese comunque non ha natura corrispettiva.

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , | Lascia un commento

CONVERTITO IN LEGGE IL DECRETO MILLEPROROGHE

LEGGE 27 febbraio 2014, n. 15
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30
dicembre 2013, n. 150, recante proroga di termini previsti da
disposizioni legislative.
(GU n.49 del 28-2-2014)

Testo coordinato con le modifiche  (fonte: http://www.finanze.gov.it)

Pubblicato in FISCO, LAVORO | Contrassegnato | Lascia un commento

INPS: NUOVA GESTIONE DEL DURC INTERNO

Con messaggio n. 2889 del 27 febbraio 2014, l’INPS comunica che è stato innovato il processo di gestione del DURC interno, il quale sarà operativo con decorrenza da aprile 2014. Viene inoltre spiegata l’emissione delle note di rettifica con la nuova procedura di Gestione contributiva (DM2013).

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

SAN MARINO FUORI DALLA BLACK-LIST

san marinoCon comunicato n. 39 del 12 febbraio 2014, il MEF comunica che il Ministro Saccomanni ha firmato il Decreto con il quale la Repubblica di San Marino viene espunta dalla “black list” fiscale (elenco contenuto all’articolo 1 del decreto del Ministro delle finanze del 4 maggio 1999).

Pubblicato il decreto del 12 febbraio 2014

Pubblicato in FISCO | Contrassegnato | Lascia un commento

MINIMALI CONTRIBUTIVI 2014

Con circolare n. 20 del 6 febbraio 2014, l’INPS dirama istruzioni per la determinazione per l’anno 2014 del limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale.

Fonte: http://www.inps.it

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

DOMESTICI MINIMI RETRIBUTIVI 2014

Fonte: Assindatcolf

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

AUTOLIQUIDAZIONE INAIL: SLITTA ANCHE LA RIDUZIONE DEL PRESUNTO

Ulteriori istruzioni operative INAIL (Nota del 3 febbraio 2014) sul differimento dell’autoliquidazione al 16 maggio e delle operazioni ad esse collegate.

Fonte: http://www.inail.it

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

LAVORO DOMESTICO – CONTRIBUZIONE 2014

Fonte: http://www.inps.it

Contributi anno 2014

  • senza contributo addizionale (comma 28, art.2 L. 92/2012)
 Retribuzione effettiva oraria  Importo contributo orario
con quota assegni familiari senza quota assegni familiari
Fino a euro 7,86 € 1,39 (0,35)* € 1,40 (0,35)**
Oltre € 7,86 e fino a € 9,57 € 1,57 (0,39)* € 1,58 (0,39)**
Oltre € 9,57 € 1,91 (0,48)* € 1,92 (0,48)**
Lavoro superiore a 24 ore settimanali*** € 1,01 (0,25)* € 1,02 (0,25)**
  • comprensivo contributo addizionale (comma 28, art.2 L. 92/2012) da applicare ai rapporti di lavoro a tempo  determinato eccetto sostituzioni di lavoratori assenti)
 Retribuzione effettiva oraria  Importo contributo orario
con quota assegni familiari senza quota assegni familiari
Fino a euro 7,86 € 1,49 (0,35)* € 1,50 (0,35)**
Oltre € 7,86 e fino a € 9,57 € 1,68 (0,39)* € 1,69 (0,39)**
Oltre € 9,57 € 2,04 (0,48)* € 2,06 (0,48)**
Lavoro superiore a 24 ore settimanali*** € 1,08 (0,25)* € 1,09 (0,25)**
* quota a carico del lavoratore.
** Il contributo senza la quota degli assegni familiari è dovuto quando il lavoratore è coniuge del datore di lavoro oppure è parente o affine entro il terzo grado e convive con il datore di lavoro.
*** Gli importi contributivi della quarta fascia sono indipendenti dalla retribuzione oraria corrisposta, si riferiscono ai servizi domestici effettuati presso uno stesso datore di lavoro con un minimo di 25 ore settimanali e vanno applicati sin dalla prima delle ore lavorate nel corso della settimana.
Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , , | Lascia un commento

MINIMALI DI RETRIBUZIONE 2014

L’ISTAT, con comunicato del 14/01/2014, ha determinato l’indice di variazione dei prezzi al consumo (indice FOI senza tabacchi) per il 2013 nella misura dell’1,1 %. Di conseguenza, si segnala che i minimali retributivi previsti  dall’art.7 del D.L. n. 463/1983, convertito con modificazioni in legge n. 638/1983 e successive modificazioni ed integrazioni, a decorrere dal 1/01/2014 risultano rideterminati in  47,58 euro  giornalieri.

Fonte: Circolare Inpgi n. 1 del 15/01/2014

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento

VOUCHER: POSSIBILI ANCHE PER IL 2014 PER I SOGGETTI PERCETTORI DI PRESTAZIONI INTEGRATIVE DEL SALARIO O DI SOSTEGNO AL REDDITO

Fonte: http://www.senato.it

Un emendamento all’art. 8  (a Firma Sacconi/Augello) in sede di conversione al Senato del D.L. 150/2013 (c.d. “milleproroghe”) estende anche al 2014 la possibilità che le prestazioni di lavoro accessorio possano essere rese da percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito.

IL TESTO DELL’EMENDAMENTO APPROVATO:
Dopo il comma 2 aggiungere il seguente:
«2-ter. All’articolo 70, comma 1, terzo periodo, del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e successive modificazioni, le parole: ”per l’anno 2013,” sono sostituite dalle seguenti: ”per gli anni 2013 e 2014”».

Il testo approvato al Senato.   (Il testo è stato assegnato alla Camera il 31.01.2014 Atto C.2027)

Il testo approvato alla Camera (Il testo ritorna al Senato il 17.02.2014 Atto S.2014-b)

APPROVATO DEFINITIVAMENTE il 26 FEBBRAIO 2014

Pubblicato in LAVORO | Contrassegnato , | Lascia un commento